clearChiudi Menu

Categoria:Yoga & Pilates Scritto il :27 Febbraio 2017

Yoga per atleti: la ricetta di Sage Rountree

Yoga e sport, due parole, due attività, due filosofie, un solo mantra per Sage Rountree, www.sagerountree.com, insegnante americana di yoga per atleti e coach di sport di resistenza specializzata in recupero. La sua missione è aiutare le persone a trovare il giusto equilibrio tra la preparazione e il riposo per ottenere la massima performance nello sport, ma anche nella vita.

Olimpionici, Giocatori NBA e NFL e molti degli atleti dell’Università del Nord Carolina, seguono i suoi allenamenti. Sage Rountree è stata una runner per 20 anni, ha corso dai 400 metri alle ultramaratone, è stata atleta Triathlon e Ironman, scrive libri di successo, collabora con riviste specializzate come Yoga Journal e Runner’s World, si è laureata in Letteratura inglese. Da quando ha incontrato lo Yoga, sperimentandone i benefici nelle corse di resistenza, ha sviluppato tecniche e allenamenti specifici per le varie attività sportive.

Non è sempre scontato che gli atleti accettino senza pregiudizi la pratica dello Yoga come trainig, alcuni pensano che sia troppo poco faticoso, altri che sia troppo duro e doloroso, oppure che non sia in sincronia con gli allenamenti tanto da minarne l’efficacia. Grazie all’esperienza di lavoro con team sportivi Sage studia dei programmi di yoga per atleti che possano essere modificati sulle necessità dello sportivo e variano in base alla disciplina, o in relazione al periodo dell’anno, all’esperienza e all’abilità di ciascuno. Yoga per atleti non è sinonimo di yoga atletico e l’intensità della pratica deve essere inversamente proporzionale all’intensità dell’allenamento programmato.

La coach americana lavora inoltre sulla mindfullness e sulla respirazione, la concentrazione sul respiro e sulla posizione durante il workout migliora la performance e il mental focus, in un continuo scambio di influenze, il training diventa una possibilità per vivere la vita al meglio, un modo per costruire la forza, come velocità e resistenza, la flessibilità, ovvero la capacità di mantenere il distacco in situazioni stressanti e l’equilibrio in tutte le diverse attività che svolgiamo.

La coach americana lavora inoltre sulla mindfullness e sulla respirazione.

La coach americana lavora inoltre sulla mindfullness e sulla respirazione.

Sage ha raccontato a Seguilatuapassione come si è incamminata sulla via dello Yoga: «Mi sono resa conto di quanto fosse importante la differenza che la mia pratica yoga portava al mio allenamento, specialmente durante le competizioni; non si tratta solo di benefici fisici, lo yoga mi ha insegnato a essere focalizzata e calma di fronte alla fatica. Mi ha dato inoltre gli strumenti per imparare a respirare e usare solo l’energia necessaria per correre al mio passo, fondamentale per la resistenza!»

E prosegue: «Questa filosofia può aiutare gli atleti in tutti gli sport dall’arrampicata al bowling, appunto perché i suoi effetti non sono solamente fisici. Gli atleti hanno bisogno di focus e presenza e con lo Yoga li ottengono».

«Gli atleti sono abituati alla disciplina fisica, a volte, durante una lezione è difficile rallentare, stare fermi, rilassarsi. Imparare a essere calmi e in una condizione mentale in cui le cose accadono piuttosto che in una modalità in cui si fanno accadere, è molto importante. Rende più veloce il recupero e dona un senso di equanimità, la capacità di stare centrati, non importa cosa accade, se si vince o se si perde».

 

I 5 consigli di Sage Rountree:

Il corpo migliora con la costanza della pratica. Consiglio di includere lo Yoga on una routine breve di 15 minuti circa 3/4 volte alla settimana. Vedrete i risultati più velocemente grazie a una pratica regolare

  1. Cercate e un insegnante bravo, con esperienza e che si focalizzi sugli allineamenti
  2. Praticate più volte la settimana, non abbiate paura di praticare da soli
  3. Concentratevi sul rilassamento delle vostre contratture che potrebbero dipendere dallo sport oppure dalle vostre abitudini. I beckbends assistiti sono molto utili per fare stretching nella parte anteriore del corpo
  4. Mettetevi alla prova con le posizioni di equilibrio! Riuscirete a migliorare la forza, il core e anche il senso dell’umorismo
  5. Non saltate la posizioni di rilassamento finale, Savasana, è importante imparare a rimanere fermi

Per saperne di più sulle lezioni online di Sage Routree, si può fare un giro QUI.