clearChiudi Menu

Categoria:Tavole & Co. Scritto il :16 Dicembre 2016

Il miglior surfista del mondo? È italiano e si chiama Leonardo

Sono tanti i surfisti, pochi quelli che legano il loro nome ad un successo dopo l’altro: uno di questi è l’italiano Leonardo Fioravanti, di Cerveteri, in provincia di Roma. Già noto fin dai 12 anni nel mondo delle gare, a soli 16 anni porta a casa un titolo di campione europeo under 21; nel 2015 diventa campione del mondo di surf nella categoria under 18, con un gran finale con un 10 ed un 9.23 su un punteggio massimo di 20, all’International Surfing Association Under 18 World Championship a Oceanside, California.

Oggi Fioravanti è atleta Quiksilver e DC International, primo nelle qualificazione del 2016 nel ranking QS della World Surf League, dove ha sfondato quota 20.000 punti quando mancano solo pochi appuntamenti prima della chiusura del tour. Fioravanti è il migliore, ha 19 anni e surfa come un veterano, vive in Francia, parla 5 lingue. What else? Certo di più. L’obiettivo è infatti il Samsung Galaxy Championship Tour, la massima competizione alla quale un surfer possa mai aspirare. Con ogni probabilità già all’Hang Loose Pro Contest (Brasile 1-6 novembre) o all’Hawaiian Pro (Hawaii 12-23 novembre) si potrà festeggiare il suo ingresso nel massimo circuito internazionale di surf, il Samsung Galaxy Championship Tour.

La Dolce Vita – Leonardo Fioravanti from Desillusion on Vimeo.

Nel frattempo Leonardo Fioravanti si è giocato 3 wild card nel World Championship Tour. La prima, ad aprile al Drug Aware Margaret River Pro 2016, rimarrà scolpita nella memoria degli appassionati di questo sport per molti anni. Il campione del mondo under 18, ammesso a partecipare alla gara con una wild card, che batte i due campioni Kelly Slater e Adriano De Souza riuscendo a piazzarsi al quinto posto finale. Solo un mese dopo Leo bissa la performance e all’OI Rio Pro, vinto poi dall’atleta Spy John Florence, battendo niente meno che Gabriel Medina.

In questi giorni, giocandosi la sua terza wild card al Quiksilver Pro France, è balzato nuovamente alla cronaca per aver battuto ancora una volta Kelly Slater. Il surfista italiano si è dovuto poi arrendere contro Gabriel Medina, facendo però tremare seriamente le gerarchie internazionali di questa disciplina.