clearChiudi Menu

Categoria:Volley Scritto il :13 Ottobre 2016

Le squadre che hanno fatto la storia della pallavolo

La pallavolo è un gioco ideato nel 1895 da William G. Morgan, solo 5 anni dopo si diffonderà negli Usa da un insegnante di educazione fisica, il quale stabilisce le regole e gli conferisce il nome di “pallavolo”. Questo sport ha regalato pagine di storia emozionanti, partite uniche, squadre eterne e campioni che rimarranno immortali nei cuori di tutti noi appassionati.

Mondiale Italia 1978
Entrato in scena solo 2 anni prima, il team di pallavolo maschile di Carmelo Pittera sbalordisce tutti gli amanti del volley vincendo miracolosamente in 5 set contro il forte Brasile.
Il cammino continua con la vittoria per 3-1 contro la Germania Orientale, esito del tutto inaspettato. L’Italia ribadisce la sua superiorità con un 3-0 sulla Bulgaria. In finale però l’Italia viene travolta dall’Unione Sovietica, chiamata “la schiacciasassi”, che ottiene così il suo quinto mondiale.  La semifinale è stata però una partita epica che tutt’oggi è rimasta nella storia. L’Italia trionfa con un risultato di 3-0 contro il Cuba, guidata dal ventiseienne capace di saltare 1.35 metri da fermo, Ernesto Martinez.
I giocatori cubani erano noti per il loro spiccato dinamismo e per le loro giocate acrobatiche, che attaccavano gli azzurri per gran parte del match. I giovani italiani si difendevano egregiamente e per ogni attacco cubano, spettacolare ma rischioso, rispondevano con schiacciate rapide e concrete. Fu un incontro seguito da migliaia di tifosi nello stadio, impensabile per la pallavolo di quei tempi. Grazie alla spinta di tutta una nazione, al coraggio e a quel pizzico di incoscienza giovanile, gli azzurri raggiunsero una vittima tanto meritata, quanto imprevista. Tutti i protagonisti di quella storica vittoria furono nominati Cavalieri per meriti sportivi dallo stato italiano.

Mondiale Brasile 1990
Questo è sicuramente una pietra miliare della storia della pallavolo italiana. Non fu soltanto il primo titolo mondiale portato a casa dagli azzurri, ma fu anche la consacrazione della generazione dei fenomeni, capaci di vincere i due mondiali consecutivi successivi. I pallavolisti italiani, allenati dal grande Julio Velasco, battono non senza difficoltà i padroni di casa in semifinale per 3 a 2. Il destino vuole che in finale ritrovi nuovamente Cuba. Dopo un match senza esclusioni di colpi e dopo ben 9 match ball nel finale, dove brilla luminosa la stella Lorenzo Bernardi, l’Italia esce vincitrice per 3 a 1 e si laurea campione del mondo.

Olimpiadi Brasile 2016
L’ultima partita che entra a far parte della storia è quella delle ultime olimpiadi. Nonostante sia una pagina recente della pallavolo, questa entrerà di diritto nella storia di questo sport. L’Italia trova in semifinale gli Usa, entrambe giunte fin dove le migliori aspettative potessero immaginare. Gli azzurri, grazie al loro miglior giocatore Ivan Zaytsev, che riesce a sferrare dei servizi pazzeschi, uno dei quali alla velocità record di 127 km/h, dominano gli Stati Uniti. In finale l’Italia trova un Brasile compatto e potente, spinto da una torcida improbabile per il pubblico della pallavolo. Nonostante il braccio di Ivan “il terribile” è una difesa ben organizzata, gli azzurri si arrendono allo strapotere brasiliano perdendo per 3 a 0, aggiudicandosi così l’argento. L’orgoglio italiano resta però alto nel titolo di miglior giocatore delle olimpiadi conferito allo “Zar” Zaytsev: non solo per le sue schiacciate da record, ma soprattutto per la grinta e il cuore che ha messo in campo.

Perché alla fine una vera squadra eterna non è solo quella che si aggiudica l’oro, ma è anche quella che, grazie all’unione di 6 semplici ragazzi che condividono ansia, paure ma anche speranze e gioie comuni, riunisce un popolo intero. Queste 3 partite storiche ci insegnano proprio questo: la pallavolo è fratellanza, spirito di sacrificio e determinazione.
Si vince tutti insieme e si perde tutti insieme.