clearChiudi Menu

Categoria: Scritto il :19 Marzo 2017

Coppa del Mondo di Scherma Paralimpica: il grande successo dell’appuntamento pisano

Si è chiusa stasera la Coppa del Mondo di Scherma Paralimpica (The Leaning Tower World Cup) la tre giorni a colpi di spada, sciabola e fioretto!

Dopo il successo dell’edizione 2016 si riconferma a Pisa, al PalaCus del Centro Sportivo Universitario, il gran successo della disciplina che ha proiettato la nazionale italiana ai vertici mondiali della notorietà riscuotendo l’interesse dell’intera città e delle istituzioni.

17 nazionali per un totale di 250 persone fra atleti e tecnici, 100 in più rispetto al 2016, si sono sfidate in pedana: oltre all’Italia erano presenti Lituania, Georgia, Gran Bretagna, Israele, Brasile, Francia, Ungheria, Polonia, Germania, Svezia, Turchia, Corea del Sud, Canada, Ucraina, Grecia e Austria.

Immancabile come lo scorso anno il Punto Massaggi Cetilar® che è stato a disposizione degli atleti e delle atlete per tutta la durata della competizione.

Una partecipazione particolarmente sentita sia dagli sponsor sia dalle istituzioni cittadine in questa grande iniziativa sociale, frutto della sinergia tra una disciplina agonistica di altissimo livello e la valenza dello sport quale strumento di integrazione, sensibilizzazione e concreto avvicinamento alla pratica sportiva delle persone con disabilità.

Questo era l’intento espresso alla conferenza stampa di mercoledì scorso da Sandra Capuzzi, Presidente della Società della Salute della Zona Pisana e anche del Comitato organizzatore della tappa toscana: “Oltrechè in pedana noi vogliamo “vincere” anche fuori. Gli ingredienti ci sono tutti dato che l’organizzazione è gestita dall’Us Pisascherma, società storica e che conta su istruttori e collaboratori di grandissima competenza e professionalità, e grazie all’ateneo, ci possiamo avvalere anche di impianti sportivi moderni e assolutamente all’avanguardia per questo tipo di competizione. È anche per questo se la nostra città figura accanto a capitali e metropoli come Budapest, Varsavia, Amsterdam e Atlanta. La sfida sarà riconfermarsi all’altezza”.

Seguilatuapassione c’era e vi conferma che l’evento è stato all’altezza delle aspettative! Vedere per credere: in fondo all’articolo trovate tutte le foto dell’evento.

I RISULTATI

Nella prima giornata di venerdì sono saliti sul gradino più alto del podio Gulliver Piers (GBR) e Castro Adrian (POL) per la sciabola maschile, Fidrych Marta (POL) per la spada femminile e Nataliia Morkvych (UKR) per il fioretto.

Ieri hanno primeggiato Dani Gyöngyi (HUN) e Osvath Richard (HUN), tallonato fino all’ultimo dal nostro Matteo Betti, nel fioretto; Surajewski Alan (POL) e Pozniak Tatiana (URK) nella spada e l’Ungheria maschile ha vinto nella sciabola a squadre seguita al secondo posto dall’Italia e poi dall’Ucraina!

I nomi che hanno costretto il folto pubblico a tenere il fiato sospeso nella giornata di oggi sono invece: Gulliver Piers (GBR) nella spada, Datsko Anton (UKR) nel fioretto, Breus Yevheniia (UKR) e Khetsuriani Irma (GEO) nella sciabola.

Sul sito dell’evento trovate i risultati completi.

 

Notizie simili