clearChiudi Menu

Categoria:Motorsport Scritto il :3 Febbraio 2017

Cetilar Villorba Corse: la passione al via della 24 Ore di Le Mans 2017

Adesso è ufficiale: Cetilar Villorba Corse sarà al via della 24 Ore di Le Mans del 17-18 giugno 2017

 

Ve ne avevamo già parlato QUI dopo il buon risultato della stagione del team, ottavo al termine dell’ultimo impegno dell’anno nell’European Le Mans Series sul circuito portoghese dell’Estoril.

Ieri la comunicazione che tutto il team veneto tanto agognava: l’inserimento tra i partecipanti della leggendaria corsa francese che corona il progetto “Road to Le Mans” di Roberto Lacorte e Giorgio Sernagiotto, protagonisti insieme ad Andrea Belicchi sulla Dallara LMP2 rappresentando l’unica squadra italiana tra i prototipi.

sernagiotto_lacorte_belicchi

Da sinistra: Giorgio Sernagiotto, Roberto Lacorte e Andrea Belicchi

ll Team Principal Rimondo Amadio ha subito commentato: È un’emozione indescrivibile essere accolti nel tempio assoluto dell’automobilismo e tra i team migliori al mondo. È un salto grandissimo nella nostra storia: in vent’anni ne abbiamo fatta di strada! Un pensiero particolare va al progetto ‘Road to Le Mans’, a Cetilar e a Lacorte e Sernagiotto, i primi ad averci creduto”.

Lacorte, al momento dell’annuncio, si trovava a Londra per impegni di lavoro, ma è stato costantemente in contatto con il team. Questa la sua reazione al momento dell’ufficializzazione.


L’esultanza di Roberto Lacorte al momento dell’annuncio

Appena ricomposto dall’esultanza, ha poi commentato: “Sta valendo la comprensione dei valori che stiamo portando avanti. Valori concreti e semplici che formano una squadra basata su una passione condivisa e sull’italianità di cui essere orgogliosi. Ci sentiremo responsabili di doverla rappresentare al meglio. Ora arriva il bello e il difficile del progetto, dovremo lavorare con massima serietà e professionalità”.

Sernagiotto ha aggiunto: “Sogno la 24 Ore di Le Mans da quando ero bambino. Dal 2010, anno in cui ho conosciuto Lacorte, mi sono impegnato al massimo perché il sogno si avverasse. Seguendo Roberto come coach mi sono quasi ‘eclissato’ dalla mia stessa carriera agonistica per puntare tutto su questo progetto e ho avuto la fortuna di crederci. Arrivare da un’idea a una LMP2 è qualcosa di incredibile”.

Belicchi ha concluso: “Sinceramente, dentro di me non ho mai avuto dubbi perché ho compreso la serietà del progetto fin da subito. Sono felicissimo. Tornare a Le Mans è speciale. Per me sarà un’esperienza diversa, con un team tutto italiano, che rappresenta un valore aggiunto e con il quale da fine estate stiamo creando un affiatamento particolare, ma l’emozione sarà la stessa”.

Per l’occasione è stata messa a punta una nuova livrea della macchina (foto in alto) a dir poco strepitosa!

 

QUI il comunicato ufficiale.